Maxell – Importanti novità per la gamma di vpr professionali

Maxell – Importanti novità per la gamma di vpr professionali

Maxell, immagini tagliate al laser

La line-up di proiettori del costruttore nipponico, destinati alle installazioni professionali, è all’insegna della tecnologia laser LCD. Modelli che si caratterizzano per la grande luminosità con l’HDCR2 a garantire un significativo incremento qualitativo


COSTRUTTORE Maxell – Giappone
DISTRIBUTORE Adeo Group – www.adeogroup.it


Maxell è un brand che appartiene da decenni all’immaginario collettivo dell’elettronica, una volta legato soprattutto ai nastri magnetici e alle batterie. Non a caso lo stesso nome dell’azienda deriva dalle prime e dalle ultime tre lettere della frase inglese “maximum capacity dry cell”. Ma questa importante costola della multinazionale giapponese dell’elettronica Hitachi ha saputo evolversi nel tempo ed offre nel suo catalogo anche un’apprezzabile gamma di proiettori destinati alle installazioni professionali audio-video. Una gamma che è stata oggetto di continui aggiornamenti con il recente inserimento, come vedremo, anche dei sempre più richiesti proiettori che adottano la tecnologia laser.

Per il suo sviluppo è stato decisivo proprio il legame con la casa madre, se è vero che dal 2013 tutta la produzione dei videoproiettori del gruppo Hitachi viene realizzata negli stabilimenti Maxell, con quest’ultimo marchio che è adesso l’unico utilizzato per tutti i nuovi modelli.

Per quanto riguarda la presenza nel nostro Paese, c’è da sottolineare come da pochi mesi è stato ufficializzato l’accordo con Adeo Group, il nuovo distributore per il mercato italiano dei videoproiettori di fascia alta a marchio Maxell. Una scelta che il gruppo giapponese ha spiegato con “la volontà di svilupparsi e di crescere anche in un mercato molto particolare come quello italiano, che richiede costanza, competenza, attenzione ai rapporti personali. Adeo Group vanta una notevole esperienza nel mercato della videoproiezione, sia per i già consolidati rapporti con clienti della fascia più alta del mercato, che per la solida struttura sul territorio e la importante competenza tecnica”.

Altro elemento che ha orientato la scelta del distributore, “la capacità di Adeo Group nel dare valore e senso alla distribuzione tramite un attento servizio pre e post vendita, di affiancamento alle richieste tecniche dei clienti e di assistenza sul prodotto, e di supporto finanziario all’acquisto”. L’approccio di Maxell al nostro mercato è stato da subito molto chiaro: avviare un processo di crescita per le installazioni di pregio e le applicazioni di fascia più alta. Per centrare l’obiettivo il marchio nipponico offre una vasta scelta di proiettori professionali e ad alta luminosità, con ottica intercambiabile ed elevato rapporto di contrasto, dedicati alle grandi installazioni fisse e al mondo Pro AV.

La pulizia e sostituzione dei filtri aria è semplificata al massimo nei modelli MPWU5503
ed MP-WU5603.

Si arriva così agli sviluppi più recenti delle serie Professional e da Installazione, con la citata adozione della tecnologia laser per modelli di proiettore che arrivano fino ai 10.000 lumen, con rapporto di contrasto di 30.000:1, ottica intercambiabile e 20.000 ore di utilizzo garantite senza manutenzione (o 5 anni). Fra i proiettori gli ultimi nati appartengono alle serie F2 e D3, che poi rappresentano l’evoluzione delle precedenti serie F1 e D2, ancora caratterizzate dai modelli a lampada. In particolare i proiettori Laser 3LCD MPWU5503 e MP-WU5603 (serie F2) sono modelli portatili adatti sia al settore educational sia per sale conferenze di medie dimensioni. Disponibilità di due proiettori con tecnologia Laser 3LCD anche per la nuova serie D3. Si tratta dei modelli MPWU8801 e MP-WU8701, unità di maggiore stazza particolarmente indicate per l’impiego nelle sale conferenze di grandi dimensioni, nella vendita al dettaglio e nei musei.

Il parco connettori dei modelli MP-WU8801 e MP-WU8701 con, tra gli altri, i doppi ingressi HDMI e VGA, la presa HDBaseT e Dispay Port.

Al riguardo è bene ricordare i principali vantaggi che sono assicurati dall’adozione nei proiettori di una sorgente laser integrata. Il beneficio più evidente apportato da questa tecnologia di emissione sta nella durata della sorgente luminosa (prima che questa si riduca del 50%) che è di circa 20.000 ore, vale a dire molto di più della durata di qualsiasi lampada. Inoltre, la perdita di luminosità avviene in modo moderato rispetto al più rapido decadimento delle lampade al mercurio, permettendo quindi livelli di luminosità superiore più a lungo. Ne consegue che a fronte di un maggior prezzo d’acquisto, i costi di utilizzo e manutenzione dei proiettori laser sono enormemente inferiori rispetto ai modelli a lampada.

Un altro vantaggio di cui tener conto è l’accensione rapida. Infatti, i proiettori a lampada richiedono tempi di avvio ben maggiori prima che la luminosità sia stabile dopo l’avvio. Nel caso dei proiettori laser bastano invece pochi secondi per avere l’apparecchio in condizioni ottimali d’esercizio, il che può rappresentare un grande vantaggio in determinate situazioni operative. I benefici di una sorgente laser si misurano anche ragionando in termini di qualità dell’immagine. Infatti, quest’ultima risulta molto più uniforme rispetto a quella generata dai proiettori a lampada, nel senso che le differenze tra i valori di luminosità misurati tra il centro schermo e i bordi sono minime.

Un altro punto di forza caratteristico dei modelli laser sta nella loro fedeltà cromatica: gli apparecchi con sorgente a lampada tendono, man mano che quest’ultima si consuma, a cambiare la temperatura colore, mentre i proiettori laser la mantengono costante nel tempo. Ed ancora, i proiettori laser risultano essere più silenziosi, proprio in virtù del minore consumo e calore prodotti durante l’utilizzo rispetto ai tradizionali modelli a lampada.

Tornando alle due nuove serie F2 e D3, i primi modelli ad essere introdotti sul mercato italiano, durante il trimestre iniziale dell’anno, sono stati l’MPWU5503 ed MP-WU5603 che a livello estetico si caratterizzano per l’ottica fissa alloggiata in una rientranza posta a metà del fronte anteriore dell’apparecchio. A differenziarli unicamente la luminosità generata, rispettivamente di 5.000 e 6.000 lumen. La risoluzione espressa è WUXGA, ovvero di 1920 x 1200 pixels con un rapporto d’immagine 16:10. Fra le altre caratteristiche, l’elevatissimo rapporto di contrasto pari 1.500.000:1, la rumorosità di soli 27 dB (modalità Whisper), lo shift verticale e orizzontale. Per quanto attiene la connettività, troviamo doppi ingressi HDMI e VGA, HDBaseT, prese USB ed Ethernet mentre il wireless è opzionale.

I proiettori MP-WU5503 ed MP-WU5603 si caratterizzano per l’ottica fissa alloggiata in una rientranza posta a metà del fronte anteriore.

Il lancio italiano degli altri due proiettori Laser 3LCD, MP-WU8801 e MP-WU8701, è invece avvenuto nella scorsa primavera. In questo caso siamo di fronte a macchine studiate per l’impiego in ambienti di dimensioni rilevanti come testimonia la loro luminosità, rispettivamente di 8.000 e 7.000 lumen. Per rispondere alle più diverse esigenze d’installazione, questi proiettori sono “serviti” da ben 7 lenti opzionali interscambiabili, comprese focali ultra-lunghe e ultracorte. Caratteristiche comuni ai due apparecchi sono il rapporto di contrasto che sale fino a 2.500.000:1, la rumorosità di soli 26 dB (modalità Whisper), lo shift verticale e orizzontale.

Il parco connettori dei modelli MP-WU5503 ed MP-WU5603 con, tra gli altri, i doppi ingressi HDMI e VGA, la presa HDBaseT, USB ed Ethernet.

Per quanto attiene la connettività, troviamo tra gli altri i doppi ingressi HDMI e VGA, la presa HDBaseT e Dispay Port, l’ingresso USB ed Ethernet mentre il wireless è opzionale. Da segnalare le funzionalità proprietarie che accompagnano i proiettori laser Maxell appartenenti alla serie D3. In particolare, ad accrescere la resa cromatica c’è l’integrazione della tecnologia High Dynamic Contrast Range 2 (HDCR2). La tecnologia denominata Accentualizer è volta invece a migliorare nitidezza, brillantezza del quadro mentre la funzionalità Blending permette la gestione contemporanea fino a 12 proiettori affiancati con emissione anche su schermi sferici. Come detto, i proiettori laser di Maxell offrono 20.000 ore di funzionamento senza manutenzione, ma quando viene attivata la modalità “Long Life 2”, gli stessi apparecchi possono raggiungere fino a 50.000 ore di funzionamento (circa sei anni di utilizzo continuo!) abbattendo ulteriormente i costi d’esercizio.