Shure Microflex Complete Wireless: flessibile, scalabile e affidabile

Shure Microflex

Il sistema di conference senza fili Shure Microflex Complete Wireless offre componenti e soluzioni per venire incontro a tutte le esigenze. La sua flessibilità ne fa uno strumento ideale per applicazioni rental.

Quali sono le esigenze degli utilizzatori di un sistema di conference? Una domanda fondamentale, ovviamente, per chi questi sistemi li realizza. Meno scontato è continuare a porsela nonostante si sia già creato un sistema di successo, come ha fatto Shure con il suo Microflex Complete Wireless (MXCW), dove l’ultima parola indica una delle risposte vincenti fornite da questo prodotto, ovvero l’eliminazione dei cavi di collegamento.

Ma la modalità wireless rappresenta “solo” uno degli assi della manica di Microflex Complete Wireless, un sistema che vuole rispondere sempre meglio alla domanda, appunto, di organizzatori che hanno bisogno di sistemi audio scalabili e configurabili facilmente per eventi dal vivo, virtuali o ibridi, garantendo allo stesso tempo un suono di grande qualità per tutti i partecipanti.

CONFERENZA DIGITALE IN AUTONOMIA

E così MXCW è stato progettato e realizzato per offrire agli utenti un sistema di conferenza digitale wireless autonomo, capace di adattarsi a qualsiasi spazio con un’esperienza sonora di alto livello e la disponibilità di controlli personalizzati per ogni posto a sedere. Se a questo aggiungiamo la velocità e semplicità di configurazione, l’integrazione flessibile con dispositivi downstream e il software di streaming, ci si rende conto di come Microflex Complete Wireless sia tagliato su misura anche per le applicazioni rental, dove il cliente finale ha bisogno di un sistema che offre installazione flessibilità e un impiego facile e intuitivo.

La flessibilità è importantissima nel settore degli eventi in questo momento. Dopo essere passati quasi completamente alla modalità online all’inizio della pandemia, gli event manager stanno iniziando a riproporre eventi in persona. Eppure, in questo nuovo panorama, i partecipanti continuano ad aspettarsi l’accesso virtuale e/o lo streaming live dei contenuti dell’evento. Questo offre nuove opportunità per i Rental AV in quanto sono in grado di supportare i loro clienti ad adattarsi e rispondere alle nuove esigenze.

È importante cogliere queste opportunità dopo un periodo così difficile per questo settore. Gli incassi sono stati colpiti da rinvii e cancellazioni, ma con il ritorno degli eventi dal vivo, è il momento per le società di noleggio AV di investire nel futuro ed espandere le proprie competenze tecniche. In questo momento di cambiamento, dopo più di un anno di eventi virtuali, si vedono sempre più allestimenti ibridi che si rivolgono a una combinazione (socialmente distanziata) di partecipazione dal vivo e virtuale.

Fra le caratteristiche principali di MXCW c’è la sua affidabilità geografica. Infatti, operando nello spettro a 2,4 GHz e 5 GHz senza licenza globale, è possibile distribuire il sistema in diverse regioni del mondo. La sua configurazione senza cavi consente di adattarsi rapidamente ai cambiamenti nella disposizione delle sale e nella disposizione dei posti a sedere. E sempre la tecnologia wireless seleziona automaticamente i canali di trasmissione “puliti” ed evita attivamente le interferenze.

Shure Microflex

POCHI COMPONENTI PRINCIPALI

La praticità del sistema è rafforzata dalla sua struttura fisica con la presenza di pochi componenti principali – la conference unit MXCW640, l’access point MXCWAPT, la stazione di ricarica MXCWNCS nonché i microfoni delle serie Gooseneck e Dualflex Gooseneck -, il che rende possibile configurare MXCW senza richiedere personale tecnico esperto. Le batterie ricaricabili offrono un’autonomia fino a 11 ore e garantiscono quindi prestazioni ininterrotte anche per eventi che durano tutto il giorno. Microflex Complete Wireless è poi indicato per eventi di qualsiasi dimensione perché il sistema supporta in modo efficiente fino a 125 unità di conferenza su un singolo canale wireless.

A monte della dotazione hardware c’è l’interfaccia di controllo basata su un browser che gestisce tutti gli aspetti del sistema, tra i quali i livelli audio, le impostazioni RF, il controllo di gain dei microfoni, il muting e la regolazione dei filtri passa-alto e passa-basso, l’indicazione della durata delle batterie e dei livelli di carica, l’abbinamento di microfoni di riserva, la configurazione delle connessioni di sistema e altro ancora. Da questa interfaccia è possibile monitorare in tempo reale lo stato di tutto il sistema wireless, dei canali disponibili e intervenire nella gestione dei parametri della frequenza per ottenere un segnale privo di interruzioni e una trasmissione senza cali di produttività e qualità.

ANCHE PARTECIPANTI DA REMOTO

La necessità di pochi componenti significa, come detto, un’installazione semplificata: è sufficiente montare e alimentare l’access point MXCWAPT, inserire la batteria in ognuna della unità utilizzate, distribuire e accendere le unità. Ogni partecipante al meeting ha il proprio microfono speaker e pannello di controllo davanti a sé, sia che si tratti di una rete con pochi partecipanti che una soluzione più complessa. Inoltre, il sistema può connettersi ad apparecchiature di streaming di terze parti per includere anche i partecipanti da remoto.

I COMPONENTI DEL SISTEMA

Shure Microflex

WIRELESS CONFERENCE UNIT MXCW640

Nello stesso telaio l’unità MXCW640 combina le funzioni microfono, altoparlante e controlli utente; batteria integrata agli ioni di litio SB930 accreditata di una durata di 11 ore, ma utilizzando la porta micro-USB è possibile ricaricare la batteria mentre l’unità è in uso. È possibile utilizzare con questa conference unit la serie di microfoni gooseneck della serie Microflex (attacco a 10 pin). Integrato nell’unità il display da 4.3 pollici touchscreen capacitivo per visualizzare i controlli del meeting, parlare o vedere la lista dei richiedenti parola, votare, ecc; slot NFC ID per l’identificazione del partecipante; doppio selettore di canale, ciascuno con una uscita jack da 3.5 mm per cuffia. Trasmissione del segnale a 2.4 GHz con crittografia a 128 Bit AES.

L’unità può essere configurata con ruoli di Presidente, Delegato, Microfono Ambientale e Ascoltatore. Una conference unit come questa, senza cavi di collegamento, semplifica la sua collocazione in ogni ambiente e non richiede i fori sulla scrivania o tavoli da riunione per il passaggio dei cavi. In questo modo la stessa aula può essere facilmente riconfigurata o liberata velocemente dal sistema Shure per essere destinata altri utilizzi.

unità MXCW640

ACCESS POINT TRASMETTITORE MXCWAPT

L’access point dedicato al sistema porta la sigla MXCWAPT ed è in grado di controllare fino a 125 MXCW640 conference unit wireless. Il ricevitore dell’Access Point MXCWAPT gestisce il routing audio, il coordinamento della frequenza e il controllo del sistema per tutte le conference unit ad esso collegate. MXCWAPT seleziona automaticamente il canale più libero nelle bande di frequenza da 2,4 GHz e 5 GHz e cambia canale per evitare potenziali interferenze.

L’access point fornisce ingressi e uscite audio su protocollo Dante (che supporta fino a 10 canali di ingresso e 10 canali di uscita) e analogiche e utilizza una singola connessione Ethernet per alimentazione, audio e controllo. La connessione wireless bidirezionale fornisce l’audio da e verso le conference unite e consente il controllo in tempo reale di tutte le impostazioni. MXCWAPT integra un display LCD che permette la configurazione di base del sistema senza un laptop.

L’unità è alimentata da un interruttore PoE standard o un iniettore di potenz; può essere montato a parete o a soffitto con la staffa di montaggio inclusa e la copertura verniciabile oppure posizionato su un tavolo per riunioni temporanee. In fase di installazione l’MXCWAPT scansiona le bande di frequenza a 2,4 GHz e 5 GHz per identificare il canale più libero per poi trasmettere le informazioni alle unità della sala. Se viene identificato un potenziale conflitto l’access point ordina a tutte le unità della conferenza di cambiare canale senza nessuna interruzione del segnale. I LED indicano lo stato di alimentazione, della connessione wireless e della rete.

MICROFONI GOOSENECK E DUALFLEX GOOSENECK

Direttamente compatibili con la conference unit MXCW640 sono disponibili i microfoni MXC416DF e MXC420DF di tipo dualflex gooseneck; gli MXC416 e MXC420 di tipo gooseneck e l’MXC406/MS di tipo short gooseneck con mini-shotgun. Questi microfoni utilizzano la tecnologia Commshield che assicura una elevata immunità al rumore RF. Sono disponibili con lunghezze da 15, 40 o 50 cm. Disponibile pattern cardioide o lobare. Compatibile con le capsule omni e supercardioide della serie MX e mini-shotgun per adattarsi alla disposizione dei posti a sedere o alle condizioni acustiche.

STAZIONE DI RICARICA MXCWNCS

Una singola stazione di ricarica MXCWNCS gestisce contemporaneamente fino a 10 unità di batterie SB930: si ottiene una ricarica del 50% in sole 1,5 ore e servono 4 ore per arrivare alla carica completa del 100%. Ogni slot delle batterie ha il proprio indicatore LED a 5 segmenti che segnale il livello della ricarica. La SB930 è una batteria agli ioni di litio, con voltaggio nominale in uscita di 3,6 V e capacità nominale di 35 Wh.

Il sistema Shure Microflex Complete Wireless è distribuito in Italia da Prase Media Technologies, azienda specializzata nella distribuzione di prodotti per applicazioni professionali Audio, Video e Digital Signage nei canali Install, Retail e Rental.

www.prase.it