QSC, l’amplificatore che sa fare rete

QSC, l’amplificatore che sa fare rete

Elettroniche che integrano funzioni hardware e software che facilitano ed esaltano le funzioni di rete: è la serie CX-Q che QSC ha dedicato al suo Q-SYS Ecosystem: quattro modelli a otto canali e sei modelli a quattro canali

I nuovi amplificatori della serie CX-Q sono stati progettati per focalizzare le loro prestazioni all’interno di una rete Q-SYS, quella che è la piattaforma di QSC nella quale far interagire i propri prodotti: rete aperta basata su Linux e con possibilità di integrazione e interazione con gli standard IEEE così da essere sempre facilmente aggiornabile e scalabile.

Quattro modelli a otto canali e sei modelli a quattro canali: CX-Q 4K8 e CX-Qn 4K8 da 8×500 watt; CX-Q 8K8 e CX-Qn 8K8 da 8×1000 watt; CX-Q 2K4 e CX-Qn 2K4 da 4×700 watt; CX-Q 4K4 e CX-Qn 4K4 da 4×1400 watt; CX-Q 8K4 e CX-Qn 8K4 da 4×2000 watt.

Le versioni Qn hanno solo ingressi di rete così da focalizzare risorse e budget quando non c’è la necessità di ulteriori e diversi input.

A bordo la quinta generazione dello stadio di potenza in Classe
D con alimentazione di tipo PL380 PowerLight: la soluzione proprietaria di QSC per la massimizzazione della potenza in funzione degli ingombri e consumi.

In evidenza anche la funzione FlexAmp Technology che permette, per questi amplificatori, di sommare due canali alla volta per ottenere un canale mono e avere quindi maggiore potenza; inoltre ogni canale può essere configurato a bassa impedenza (4/8 ohm) o su linee a 70/100V. 

NV-32-H

Quello presentato è il nuovo network video endpoint nativo per la piattaforma Q-SYS. Gestisce la distribuzione video su rete, con funzioni di encoder/decoder HDMI configurabile via software. Utilizzo primario in meeting room con supporto… [scarica il pdf e continua a leggere]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*