Sull’altra faccia del pianeta A/V

Sull’altra faccia del pianeta A/V

Da oltre mezzo secolo tra i marchi di riferimento dell’audio professionale, Ecler debutta nel video con una linea di extender over IP, splitter e switcher di segnale da fare invidia alla concorrenza più specializzata e d’avanguardia. Mossa coraggiosa e intelligente.
Ormai audio e video non possono più essere separati, fanno parte della medesima realtà tecnologica. Sono le due facce di uno stesso mondo


DISTRIBUZIONE SEGNALI VIDEOECLER – La nuova linea Video Systems
COSTRUTTORE Ecler – Spagna • DISTRIBUTORE Exhibo S.p.A. – Tel. 039/49841 – www.exhibo.it


Non moltissimi anni fa, all’epoca dell’audio assoluto, si sarebbe guardato in maniera piuttosto critica a un’operazione del genere. Ma come, è dal 1965 che Ecler si occupa esclusivamente di audio professionale e adesso apre al video? Tradimento, sacrilegio! Oggi una mentalità di questo tipo fa sorridere. Sappiamo bene che occuparsi anche di video non significa affatto trascurare, corrompere né tantomeno rinnegare l’audio. Video e audio costituiscono ormai un’unica realtà, per cui non ha senso separarli; distinguerli sì, separarli no.

Questo è il VEO-XRI2L, il ricevitore della coppia VEO-XTI2L/VEO-XRI2L. Questi extender sono
progettati per applicazioni in cui è richiesta un’estensione video a bassa latenza. I due extender
supportano segnali 4K a 60 Hz YUV 4:2:0 in ingresso e 4K a 30 Hz in uscita, l’HDCP 1.4 e 2.2,
i formati Dolby True HD e DTS-HD Master Audio, il video 3D, l’opzione video wall fino a 8 x 8
e l’embedding/de-embedding SPDIF 5.1 e L/R analogico.

SOLUZIONI VIDEO ALL’AVANGUARDIA

L’operazione di cui stiamo parlando è la recente introduzione nel catalogo Ecler della linea Video Systems. Presentata in anteprima a ISE 2019, la nuova linea offre soluzioni all’avanguardia quali la gestione e la distribuzione di segnali HDMI fino a 4K/60 Hz 4:4:4 con HDR e l’integrazione con EclerNet. Per completezza di informazione ricordiamo che insieme alla Video Systems l’azienda spagnola ha introdotto anche la Ecler Acoustics, una collezione di trattamenti acustici ambientali (e ambientalisti, ecologici) creata in collaborazione con lo studio di design Luis Eslava; in questo articolo ci occuperemo esclusivamente della Video Systems.

Il pannello posteriore dell’extender HDMI 4K VEO-XTI2L (unità trasmittente): insieme all’ingresso HDMI e alle porte USB e LAN si riconosce l’uscita per i cavi a fibra ottica, capace di inviare i segnali fino a 2 chilometri di distanza (60 km in single mode).

Questa linea di prodotti e tecnologie rientra pienamente nella politica di ricerca e sviluppo da sempre attuata da Ecler: «Comprendiamo che ai nostri giorni la tecnologia, in costante cambiamento, debba essere uno strumento flessibile che fornisce soluzioni globali e integrali, piuttosto che singoli prodotti. Sforzandosi di fornire un’esperienza audiovisiva completa, Ecler sta espandendo la propria offerta con l’introduzione di Ecler Video Systems ed Ecler Acoustics», ha dichiarato l’azienda spagnola. Il debutto di Ecler nel settore video avviene in grande stile, non con qualche timida proposta ma con un ampio catalogo che comprende switcher e splitter di segnale, dispositivi per la distribuzione over IP ed extender 4K su HDBaseT, extender Full HD, un touch screen di controllo, un de-embedder (estrattore) audio per segnali HDMI e alcuni cavi HDMI 2.0 ad alta velocità.

DUE COPPIE DI EXTENDER PER LA DISTRIBUZIONE VIDEO SU IP

Vediamo alcuni di questi prodotti e dispositivi, scelti tra i più interessanti. Nella categoria distribuzione over IP troviamo due coppie TX/RX di extender, una in standard H.264 Full HD e l’altra in 4K a bassa latenza. La prima, costituita dal trasmettitore HDMI over IP VEO-XTI1C e dal ricevitore VEO-XRI1C, è concepita per applicazioni in cui è importante occupare meno banda possibile, il che si ottiene utilizzando l’algoritmo di compressione H.264. Questi extender, che supportano risoluzioni fino a 1080p/60 Hz e sono HDCP compatibili, permettono di creare matrici di distribuzione audio video su IP in configurazione pointto- multipoint e point-to-point, con possibilità di trasferire il segnale a 120 metri su un singolo cavo Cat 5e/6; il bitrate è variabile fino a 15 Mbps. Queste caratteristiche rendono la coppia VEO-XTI1C/VEOXRI1C particolarmente adatta all’impiego in sale riunioni e aule scolastiche, hotel e centri commerciali, aeroporti, stazioni ferroviarie e metropolitane. Il VEO-XTI1C e il VEO-XRI1C possono essere alimentati via PoE o mediante il power supply in dotazione.

Oltre ai segnali HDMI questi extender possono distribuire dati RS-232 bidirezionali e segnali IR ad ampio spettro. La coppia VEOXTI1C/ VEO-XRI1C è dotata di intuitivi pannelli di controllo con display a led che permettono di selezionare il canale di stream senza utilizzare PC; per impostazioni più avanzate è possibile utilizzare browser Web, PC tool, protocollo Telnet e controller remoti di terze parti.

La seconda coppia di extender è costituita dal trasmettitore VEO-XTI2L e dal ricevitore VEO-XRI2L, capaci di inviare/ ricevere segnali HDMI 4K su cavi Cat 5e/6 lunghi fino a 120 metri; è anche disponibile un’opzione fibra ottica che garantisce trasferimenti fino a 2 chilometri (60 km in single mode). Le configurazioni supportate sono la point-topoint, la point-to-multipoint e la multipoint-to-multipoint. La coppia VEO-XTI2L/VEO-XRI2L è concepita per quelle situazioni in cui è richiesta un’estensione video a bassa latenza, come le applicazioni in tempo reale o le configurazioni KVM.

I due extender supportano segnali 4K/60 Hz YUV 4:2:0 in ingresso e 4K/30 Hz in uscita, l’HDCP 1.4 e 2.2, i formati Dolby True HD e DTS-HD Master Audio, il video 3D, il video wall fino a 8 x 8 e l’embedding/de-embedding SPDIF 5.1 e L/R analogico. Per il resto le caratteristiche sono praticamente identiche a quelle della coppia VEO-XTI1C/ VEO-XRI1C: alimentazione via PoE o power supply esterno, possibilità di integrazione con browser Web, PC tool, protocollo Telnet e controller remoti di terze parti, eccetera.

SWITCHER PER SEGNALI 4K, HDMI E HDR

Nella sezione dedicata ai selettori di segnale troviamo il VEO-SWM45 e il VEO-SWH44. Il VEO-SWM45 è un presentation switcher/scaler 4K dotato di cinque porte di ingresso: tre HDMI 2.0, una VGA e una DisplayPort 1.2a; le uscite sono presenti nei formati HDMI e HDBaseT. Nello switcher è inoltre integrata una matrice audio che accoglie cinque segnali stereo sbilanciati e li instrada (routing) verso le uscite; il VEO-SWM45 dispone altresì di un ingresso mic/ linea con guadagno regolabile e alimentazione phantom.

Le risoluzioni video supportate sono la 4096 x 2160 a 60 Hz YUV 4:4:4 per l’ingresso 4K, la 1920 x 1200 a 60 Hz per il VGA e la 4096 x 2160 a 30 Hz per le uscite. Lo switcher VEOSWM45, che ha in dotazione un ricevitore HDBaseT per l’estensione delle linee fino a 70 metri, è compatibile con EDID e HDCP 2.2; garantito anche il pass-through di segnali audio stereo PCM. Il VEO-SWM45 può essere gestito per mezzo dei comandi del pannello frontale o dell’interfaccia Web integrata, di controlli remoti IR e di contatti logici, via seriale RS-232, TCP/IP, EclerNet Manager e anche mediante controller remoti di terze parti. È particolarmente indicato per applicazioni corporate e per aule e sale conferenze di piccole dimensioni.

Il VEO-SWM45, presentation switcher/scaler 4K dotato di cinque porte di ingresso e di uscite HDMI e HDBaseT; poggiato sopra l’unità si riconosce il ricevitore HDBaseT fornito in dotazione. Nel VEO-SWM45 è integrata una matrice audio che accoglie cinque segnali stereo sbilanciati e li indirizza verso le uscite; lo switcher è anche dotato di un ingresso mic/linea con guadagno regolabile e alimentazione phantom.

Differenti gli ambiti applicativi del VEO-SWH44, uno switcher HDMI 2.0a 4 x 1 per segnali ad ampio range dinamico HDR pensato per punti vendita al dettaglio, centri fitness, sport bar, ristoranti, hotel e applicazioni residenziali. Conforme all’HDCP 2.2/1.4, il VEO-SWH44 supporta segnali 4K/UHD a 60 Hz con campionamento cromatico 4:4:4 e segnali HDMI con larghezza di banda fino a 18 Gbps. Lo switcher include inoltre le funzioni di deembedding audio e di gestione dell’EDID. La selezione dei segnali HDMI può essere effettuata automaticamente oppure – attraverso i comandi del pannello frontale, il telecomando o i comandi seriali – manualmente; le possibilità di controllo includono anche il muting del canale audio di ritorno (ARC). Tra i formati e gli standard supportati ricordiamo il video 3D, il Deep Color a 36 bit, l’audio PCM, il Dolby TrueHD e il DTS-HD Master Audio fino a 7.1 canali.

GLI ALTRI PRODOTTI DELLA LINEA VIDEO SYSTEMS

La linea Ecler video comprende diversi altri prodotti e dispositivi che ci limitiamo qui a segnalare, senza descriverli nel dettaglio. Nella sezione splitter troviamo il VEO-SPH48, il VEO-SPH44 e il VEO-SPH42, progettati per suddividere e smistare segnali 4K/UHD ad alta dinamica (HDR). Le caratteristiche tecniche dei tre modelli sono praticamente identiche. Quel che cambia è il numero delle uscite HDMI 2.0, delle linee che questi splitter sono in grado di pilotare: il VEOSPH48 ha un ingresso e 8 uscite, il VEO-SPH44 un ingresso e 4 uscite, il VEO-SPH42 un ingresso e 2 uscite.

Un sushi restaurant: tra le proposte applicative Ecler c’è un impianto per lo switching AV all’interno di ristoranti realizzato attorno a un VEO-SWH44 e a uno splitter VEO-SPH44.

Nella linea Video Systems ci sono poi gli extender 4K HDBaseT VEO-XPT44 e VEO-XPT24, capaci di trasferire segnali 4K e Full HD fino a distanze di 40 e 70 metri rispettivamente (su cavi Cat 5e/6/7). I VEO-XPT44 supportano segnali 4K a 60 Hz 4:4:4 con HDR 10 e banda passante massima di 18 Gbps, mentre per i VEOXPT24 il supporto è limitato al 4K con banda passante di 10,2 Gbps. Molto pratico il sistema di power supply: gli extender VEO-XPT44 dispongono di PoH bidirezionale (il TX viene alimentato dall’RX o viceversa), mentre nel caso dei VEOXPT24 è solo il trasmettitore ad alimentare il ricevitore (PoC).

Concludiamo ricordando ancora gli extender Full HD VEO-XPS15 con alimentazione PoC e uscita link HDMI, il de-embedder audio VEO-AXS4 per segnali HDMI 2.0 a 18 Gbps e i cavi HDMI 2.0 VEO-CH201/202/205/210, disponibili in lunghezze da 1 a 10 metri.

Un video wall pilotato da dispositivi Ecler Video Systems installato in un grande negozio di abbigliamento.

DALL’ASSOLUTO AL RELATIVO

All’inizio dell’articolo parlavamo di quella tendenza, diffusa nel nostro settore fino a una ventina di anni fa, a ragionare in termini di assoluto. Oggi sappiamo che pensare in questo modo è sbagliato. L’assoluto appartiene a tutt’altra dimensione, al mondo del trascendente.

Nella tecnologia, ma il discorso vale per tutti gli ambiti del vivere terreno, le cose sono relative, cioè in relazione tra loro: non c’è l’audio da una parte e il video dall’altra, distanti, chiusi ciascuno nella propria pretesa autarchica. Audio e video fanno parte dello stesso mondo, di una medesima realtà che va considerata nella sua unità. Con la linea Video Systems, Ecler mostra di aver compreso pienamente questa verità.

Tra i campi applicativi della linea Video Systems ci sono i fitness center: per questi luoghi dedicati alla forma fisica Ecler propone un sistema di distribuzione over IP per segnali Full HD; l’impianto prevede 9 display installati un po’ ovunque, dalla reception alla spinning room


PREZZI
VEO-XTI1C € 303,78
VEO-XRI1C € 218,38
VEO-XTI2L € 793,00
VEO-XRI2L € 793,00
VEO-SWM45 € 1.555,50
VEO-SWH44 € 230,58
VEO-SPH48 € 364,78
VEO-SPH44 € 181,78
VEO-SPH42 € 145,18


CONNESSIONI PUNTO A PUNTO

Nella distribuzione audio video su IP si usa una tecnica di connessione che può essere considerata come l’evoluzione in chiave digitale del cablaggio point-to-point utilizzato nella realizzazione delle apparecchiature valvolari. La differenza – una delle differenze, per meglio dire – sta nel fatto che nel caso della distribuzione over IP non si usano ancoraggi metallici, saldature e cavi senza isolante ma interfacce e dispositivi dotati di HDMI, HDBaseT e altri tipi di connessioni multipolari. Per il resto il concetto è praticamente lo stesso: si tratta di realizzare una giunzione dopo l’altra, di unire un componente al successivo, e così via. In figura vediamo tre diverse implementazioni di questo tipo: la point-topoint, la point-to-multipoint e la multipoint-to-multipoint; tutte le configurazioni sono realizzate mediante extender Full HD Ecler VEO-XTI1C/VEO-XRI1C. La connessione point-to-point collega tra loro due dispositivi singoli, nella fattispecie una sorgente video e un display HDTV. Nella connessione point-to-multipoint la medesima, singola sorgente è connessa, attraverso uno switch Gigabit Ethernet, a un numero di display HDTV compreso tra 2 e 253; i display sono pilotati da altrettanti ricevitori VEO-XRI1C. La configurazione multipoint- to-multipoint, infine, vede fino a 64 sorgenti video connesse a un massimo di 253 display HDTV; anche in questo caso il segnale viene smistato e distribuito attraverso uno switch Gigabit Ethernet e diverse coppie di extender VEO-XTI1C/VEOXRI1C.


SUGGERIMENTI PER LE APPLICAZIONI

Ecler propone numerosi esempi applicativi per i componenti della linea Video Systems. Nella maggior parte dei casi ciascun impianto è basato su un singolo dispositivo che fa da centro di gravità dell’insieme. Così, per esempio, in ambito conference room troviamo un sistema centrato sul presentation switcher VEO-SWM45: l’impianto può essere controllato tramite pannello Ecler WPNetTouch, tablet o smartphone ed è caratterizzato da facilità di integrazione, dalla possibilità di stabilire una priorità per i microfoni e dal fatto che l’audio di ogni sorgente e canale può essere estratto e amplificato attraverso l’impianto PA di sala. La seconda proposta riguarda il settore sport bar e ruota attorno a coppie di extender VEO-XTI2L/VEO-XRI2L che inviano i segnali di quattro sorgenti 4K UHD a numerosi display e video wall, fino a 8 x 8. La distanza massima di trasferimento del segnale dipende dal tipo di cablaggio: fino a 120 metri se si usano cavi Ethernet standard, 60 km se si opta per le fibre ottiche. I componenti dell’impianto possono essere controllati mediante EclerNet Manager, comandi IR remoti o interfaccia Web. I ricevitori VEO-XRI2L possono estrarre l’audio dai segnali per inviarlo, in forma analogica o digitale, a sistemi di amplificazione esterni. Il terzo impianto, pensato per le boutique di moda, è costruito attorno a uno switcher SWH44 che seleziona i segnali di quattro sorgenti HDMI 2.0 4K/60 4:4:4 e li invia, attraverso extender HDBaseT VEO-XPT44, ai display dislocati in differenti zone e piani della boutique; anche in questo caso l’audio può essere estratto e inviato a un sistema PA esterno. Tra le proposte Ecler troviamo ancora un sistema per la distribuzione Full HD over IP di segnali compressi H.264 all’interno di fitness center, un impianto studiato per selezionare segnali 4K/60 e distribuirli a display multipli collocati in ristoranti, pub o altri locali del genere e infine un complesso sistema per la distribuzione over IP all’interno di centri commerciali. In figura vediamo lo schema di quest’ultimo impianto: i contenuti di cinque sorgenti 4K UHD vengono indirizzati verso un numero massimo di 8 x 8 display o video wall; grazie all’impiego di extender HDBaseT VEO-XPT44 i segnali possono essere inviati fino a 120 metri di distanza su cavi Ethernet standard o a decine di chilometri se si usano le fibre ottiche; è anche possibile distribuire segnali USB per il controllo KVM di touch screen e computer remoti.