Il video preso con filosofia

Il video preso  con filosofia

Affidabilità, innovazione, versatilità, estetica, ecologia, globalità: sono le linee guida seguite dalla spagnola Ecler. Da questo approccio alla progettazione e alla produzione nascono dispositivi come i nuovi VEO-CAP4U, VEO-XPS43, VEO-AEXS4 e VEO-DACS4. Dedicati a chi intende affrontare nel modo più intelligente ed efficace le sempre più ardue sfide che l’audio video ci mette davanti

La filosofia non è affatto «quella cosa con la quale e senza la quale tutto rimane tale e quale», come afferma il detto popolare. Una filosofia, se è davvero tale, si traduce necessariamente in realtà, in atto: se rimane sospesa nel mondo delle idee, in un non-luogo, non è filosofia. Nel caso dell’iberica Ecler, in realtà, sarebbe più appropriato parlare al plurale: i suoi prodotti nascono da un insieme di filosofie e linee direttive in dialogo tra loro. La prima è l’affidabilità: azienda certificata ISO 9001:2015, Ecler effettua test di qualità sul 100% della produzione, vale a dire niente verifiche a campione; questo le consente di offrire prodotti di cui ci si può fidare ciecamente, caratterizzati da un rapporto MTBF (Mean Time Between Failures) estremamente basso. La seconda linea direttiva è la ferma convinzione che l’innovazione sia essenziale per elaborare soluzioni e tecnologie al passo con i tempi, basti pensare ai sistemi wireless WiSpeak, alla piattaforma EclerNet o alle nuove matrici Dante. C’è poi la versatilità: i prodotti Ecler, si veda per esempio il telecomando digitale Wpnettouch, sono progettati per soddisfare le esigenze di un’ampia gamma di impieghi e applicazioni. Un altro cardine della filosofia Ecler è l’estetica, la cura per il design: l’azienda spagnola si vanta di essere la prima, nel settore dell’audio professionale, a collaborare con Giorgetto Giugiaro, e i risultati sono i cabinet dei diffusori Audeo e i controlli remoti WPa e Wpnet. Altri punti importanti della politica aziendale Ecler sono il rispetto per l’ambiente e la globalità, la volontà di costruire una fitta rete per la fornitura di prodotti e servizi.

L’Ecler VEO-CAP4U è progettato per acquisire segnali audio video Full HD con qualità fino a 4K da una sorgente HDMI e inviarli a un PC o a un Mac attraverso l’uscita USB 3.0; dispositivo di tipo plug and play, non ha bisogno di driver di installazione né di alimentazione esterna.

Alcuni degli elementi di servizio di cui è dotato l’Ecler VEO-CAP4U: si tratta della porta USB 3.0 per il collegamento con PC o Mac, con annesso led verde che segnala la corretta alimentazione del dispositivo, dell’uscita stereo (sbilanciata) da cui scaturisce il segnale audio de-embedded da HDMI e dell’ingresso mono bilanciato che permette di miscelare una sorgente esterna al flusso audio principale.

VEO-CAP4U, IL CATTURA-SEGNALI

Da questo approccio nascono le quattro novità che ci apprestiamo a presentare in questa vetrina prodotti, tutte facenti parte della linea Ecler Video Systems: si tratta del dispositivo per la cattura del segnale VEO-CAP4U, del kit di extender VEO-XPS43, del de-embedder/embedder VEO-AEXS4 e del VEO-DACS4, un convertitore D/A con estrattore ARC. Esaminiamoli nel dettaglio.

Coperto da una garanzia di 3 anni, il VEO-CAP4U è un dispositivo professionale di tipo plug and play che consente di acquisire segnali audio video Full HD con qualità fino a 4K da una sorgente HDMI e di inviarli a un PC/Mac via USB 3.0, il tutto senza bisogno di alimentazione esterna né di driver di installazione. Un ingresso linea bilanciato (monofonico) miscela automaticamente il segnale di una sorgente esterna al flusso audio principale, il che torna utile, nelle applicazioni soft codec, per aggiungere il segnale di un sistema per conferenze al feed audio di una telecamera HDMI. Il VEO-CAP4U include anche una funzione di de-embedding che estrae l’audio dall’ingresso HDMI e lo rende disponibile sull’uscita sbilanciata stereo del device. Inoltre, la modalità pass through permette di uscire dal VEO-CAP4U con un segnale di qualità 4K@60Hz, 4:4:4, HDR10. VEO-CAP4U può acquisire (attraverso la porta USB) segnali con risoluzioni fino a 1080p@60Hz ed è compatibile con molteplici applicazioni di terze parti su Windows e Mac OS X. 

Uno schema applicativo del kit di estensione VEO-XPS43: all’unità ricevente arriva, insieme al segnale audio video, anche la tensione di alimentazione generata dal trasmettitore (PoC, Power over Cable o Power over Coaxial). In questo caso il kit extender è utilizzato in versione singola, ma per mezzo dell’uscita HDMI dell’unità trasmittente è anche possibile creare configurazioni di tipo daisy chain.

A proposito di soft-codec, VEO-CAP4U può essere utilizzato con una delle più diffuse di queste piattaforme, Skype. Per farlo è sufficiente aprire la finestra Settings dal menu principale, poi andare nella sezione Audio & Video, quindi selezionare USB 3.0 VEO-CAP4U. Per quanto riguarda le procedure di registrazione, cattura video e streaming, Ecler consiglia di utilizzare OBS Studio, un software libero e aperto specializzato in tali funzioni e operazioni (vedi box).

AUMENTARE LA GITTATA DELL’HDMI

La seconda novità Ecler è il VEO-XPS43, un kit di estensione HDMI che permette di inviare, su cavi Cat 6 o di categoria superiore, segnali video Full HD e 4K senza latenza: per i Full HD la distanza massima percorribile è di 60 metri, 30 metri per i 4K. Il kit, che consente anche le funzioni EDID e il trasferimento degli IR dei telecomandi, è costituito da un’unità trasmittente e da una ricevente; quest’ultima è alimentata dalla trasmittente con una tensione di 12 V/1 A (PoC, Power over Cable o Power over Coaxial). VEO-XPS43 supporta fino a 4K/30Hz di risoluzione video e i formati audio Dolby TrueHD, Dolby Digital, DTS-HD Master Audio, DTS 5.1 e PCM.

Le due unità TX/RX sono dotate di elementi di servizio in numero insolitamente elevato per dispositivi di questo genere. L’unità trasmittente dispone di un ingresso e di un’uscita HDMI, quest’ultima utilizzabile per pilotare un display locale o per collegare un altro trasmettitore VEO-XPS43 in daisy chain, di un EDID switch a due posizioni (su TX l’extender copierà sulla sorgente l’EDID del display collegato al loop out della sorgente; in posizione RX riprodurrà l’EDID del display pilotato dal ricevitore), di un connettore IR Out da collegare all’IR Blaster in dotazione, di un led power, di una porta di uscita da connettere al ricevitore, di una presa di alimentazione a 12 V e del Connection Led. Quest’ultimo mostra lo stato della connessione HDMI: la luce fissa indica la presenza di un segnale con HDCP, la lampeggiante rivela che il segnale HDMI è senza HDCP, luce spenta significa che non c’è audio nel segnale. L’unità ricevente, dal canto suo, è dotata di un ingresso Cat 6 per il segnale proveniente dal trasmettitore, di un’uscita HDMI da collegare al display, di un connettore IR In per gli infrarossi, di un power led e di un Connection Led identico a quello del trasmettitore; manca la presa a 12 V, perché come detto è il trasmettitore a fornire l’alimentazione al ricevitore.    

ESTRARRE E INCORPORARE SEGNALI AUDIO

Dal kit di estensione passiamo all’embedder/de-embedder VEO-AEXS4, un dispositivo concepito per estrarre l’audio dalla porta di ingresso HDMI 2.0 e convertirlo in segnale analogico stereo o digitale 5.1; l’audio analogico è disponibile su un connettore Euroblock a 3 pin, quello digitale su un S/PDIF. Il VEO-AEXS4 è dotato anche di un secondo Euroblock, denominato Audio Out, che permette di effettuare l’embedding sul segnale HDMI, rimpiazzando l’audio di quest’ultimo. La funzione viene selezionata attraverso un dip-switch che consente di impostare quattro modalità operative: EDID pass-through, estrazione audio 5.1, estrazione audio 2.0, embedding audio 2.0 dall’ingresso Audio In. L’embedder/de-embedder Ecler supporta risoluzioni fino a 4K@60Hz, YUV 4:4:4, 18Gbps; supporta inoltre i formati 3D e HDR ed è compatibile con HDCP 2.2/1.4.

Agli elementi di servizio appena menzionati occorre aggiungere un connettore per l’aggiornamento del firmware, un led blu (Audio In) che lampeggia quando è selezionata la funzione embedding, un led power, un connettore per l’alimentazione a 5 volt, un altro led blu che segnala la corretta connessione dell’uscita HDMI e un terzo led (anch’esso blu) che lampeggia quando è attiva la sola uscita digitale; il led si accende invece di luce fissa se sono attive sia l’uscita digitale sia l’analogica. 

L’embedder/de-embedder VEO-AEXS4 visto dal pannello posteriore: da sinistra verso destra si riconoscono il dip-switch per l’impostazione delle quattro modalità operative, il led che segnala la corretta connessione dell’uscita HDMI e le uscite HDMI loop, S/PDIF e audio stereo out, quest’ultima dotata di connettore Euroblock.

UN CONVERTITORE DI SEGNALE E DI FORMATO

L’ultima novità Ecler che presentiamo in questa vetrina è il VEO-DACS4, un DAC con estrattore ARC (Audio Return Channel) progettato per convertire i segnali audio digitali applicati sugli ingressi HDMI ARC e S/PDIF in un segnale analogico stereo; il dispositivo può essere utilizzato anche per convertire il segnale S/PDIF presente sull’ingresso ottico in coassiale e viceversa, essendo dotato di entrambi i tipi di connettore. Il segnale analogico è reso disponibile su due diverse uscite stereofoniche, una bilanciata su Euroblock a 5 pin, l’altra (sbilanciata) sotto forma di una coppia di RCA. La modalità di funzionamento viene selezionata agendo sul selettore a tre posizioni Audio Input Selector: le opzioni disponibili sono ARC, Optical, Coaxial. Il dispositivo è alimentato tramite power supply esterno da 5 volt. Il convertitore VEO-DACS4 supporta risoluzioni comprese tra i 32 e i 192 kHz e i formati audio DTS, Dolby Digital e PCM fino a 5.1 canali.

Il pannello anteriore del convertitore di segnale e di formato VEO-DACS4: subito a destra del connettore di alimentazione e del led power si riconosce l’Audio Input Selector a tre posizioni, che permette di scegliere la modalità di funzionamento del dispositivo (ARC, Optical, Coaxial); a seguire, gli ingressi HDMI ARC, digitale ottico e digitale coassiale.

CONCLUSIONI

Visto? Le quattro novità presentate in questo servizio sono tutto fuorché dei “figmenta mentis” creati da filosofie false, irreali. Si tratta di dispositivi concreti e utilissimi che nascono da un pensiero solido e ben strutturato, capace di abbracciare i multiformi aspetti della realtà, nella fattispecie di quella realtà complessa e in costante divenire che è il settore audio video. No, decisamente la filosofia non è quella cosa con la quale e senza la quale tutto rimane tale e quale. 

Exhibo S.p.A. – Tel. 039/49841 – www.exhibo.it