Expo | ISE 2020. Ecler, l’audio wireless viene dalle (finte) luci

Expo | ISE 2020. Ecler, l’audio wireless viene dalle (finte) luci

WiSpeak è il nuovo diffusore plug&play di Ecler, che ricorda nelle forme un faretto “spot”  ma è capace di ricevere i segnali audio in modalità totalmente wireless

Frequentatrice di questi spazi sin dal 2009 (quando i visitatori erano all’incirca 25 mila e gli espositori meno di 600), anche quest’anno la spagnola Ecler non ha mancato l’appuntamento con le novità, svelando al pubblico soluzioni audio indirizzate soprattutto
al retail.

Una decina di anni fa, Ecler era per lo più conosciuta in tutto il mondo per i mixer per DJ; eppure decise di attuare un cambio di rotta, investendo risorse e spostando il focus R&D sull’audio dedicato agli spazi commerciali. L’amplificatore NPA era il primo frutto di tale strategia ed era controllato dal software EclerNet Manager; da quel momento, nonostante la crisi mondiale, Ecler ha continuato ad acquisire una solida reputazione da parte di molti system integrator, validando con un successo commerciale in continua crescita il proprio know-how. Il software ha già festeggiato i primi 10 anni (ed è ora in grado di integrarsi anche con il video), ma la novità di quest’anno sembra sia una nuova tappa fondamentale per la crescita dell’azienda: WiSpeak.

WiSpeak è disponibile nelle due forme Tube (cilindrico) e Cube (cubico) ed è ideale per le applicazioni retail, posizionato sui consueti binari.

Interferenze addio, benvenuta affidabilità

WiSpeak è il nome del nuovo speaker, disponibile nelle due forme Tube (cilindrico) e Cube (cubico), che opera in modalità plug&play senza doversi preoccupare di alcun cablaggio di rete. Ideale per le applicazioni retail (dove sui binari posizionati in alto generalmente risiedono solamente le luci e i faretti, a cui i WiSpeak assomigliano molto), lo speaker Ecler è facile da installare in pochi minuti e può essere spostato in qualsiasi momento, proprio grazie all’assenza di cavi di rete o di segnale da dover posizionare.
Grazie al WiSpeak Core (il dispositivo trasmettitore che comunica con il resto della catena di speaker WiSpeak e di fatto il deus ex machina del sistema), è possibile disporre di una copertura fino a 500 metri quadrati, con 24 unità collegate. Per raddoppiare la superficie, è sufficiente utilizzare l’uscita aux di uno degli speaker Tube o Cube e il problema è risolto.
Il ruolo cardine di WiSpeak Core, infatti, è di accoppiare e inviare contenuti audio a tutti i ricevitori (Tube, Cube), mantenendo una comunicazione stabile con loro e, se lo si desidera, inviare anche singoli comandi di configurazione a ciascun ricevitore. Include 3 ingressi audio, uno dei quali Bluetooth® classe 1 (portata fino a 25 metri, massimo).

Due forme,  un DNA in comune

WiSpeak Tube è il modello a forma cilindrica da 3” autoalimentato e con look da faretto, con capacità di ricezione e controllo audio wireless sotto il controllo dell’unità Master, dotato di un sistema di installazione compatibile con i binari delle luci da soffitto. Può anche essere installato direttamente a parete/soffitto grazie all’accessorio Tubesma.
WiSpeak Cube, invece, differisce nella forma (qui squadrata) e nelle dimensioni (5”), ma consente ugualmente l’installazione sui binari, così come l’installazione a parete o desktop tramite gli accessori inclusi.

Anche matrici  e amplificatori

Tra le novità introdotte in catalogo recentemente, infine, ricordiamo anche la matrice digitale MIMO4040DN, capace di processare fino a 40 input/output (8 input analogici, 8 output digitali, 32 in/out Dante) e basata su tecnologia over IP, a cui basta un semplice cavo Ethernet per entrare in collegamento con il resto del sistema. Per ultimo, l’amplificatore stereo eHSA2-250, estremamente compatto (neanche 9 cm di altezza e poco più di 6 kg di peso) per una potenza 2x250W RMS con livello di linea 100V.
Dal prossimo anno, l’ISE si sposterà come sapete a Barcellona ed Ecler giocherà in casa (l’azienda ha la sede principale proprio qui). Questo ci obbliga a credere che il numero di prodotti presentati dall’azienda sarà ancora più consistente e interessante.