Purificatori d’aria Daikin: l’efficacia contro il coronavirus è prossima al 100%

Purificatori d’aria Daikin: l’efficacia contro il coronavirus è prossima al 100%

 

L’Institut Pasteur de Lille ha condotto severi test sulla gamma di purificatori d’aria Daikin concludendo che possono eliminare oltre il 99,98% del coronavirus umano HCoV-229E in 2,5 minuti

 

In base ai test condotti presso i laboratori dell’Institut Pasteur de Lille, i purificatori d’aria Daikin eliminano oltre il 99,98% del coronavirus umano HCoV-229E in 2,5 minuti. Questo virus appartiene alla stessa famiglia di SARS-CoV-2, il coronavirus responsabile della pandemia da COVID-19. Le unità hanno inoltre dimostrato un’efficacia del 99,93% contro il virus H1N1, responsabile dell’influenza comune, in 2,5 minuti*.

 

I purificatori d’aria Daikin rappresentano pertanto un’arma aggiuntiva nella lotta contro le malattie respiratorie. Il purificatore compatto “plug and play” può contribuire notevolmente a ridurre il rischio di trasmissione dei virus respiratori. Questo riconoscimento rappresenta una tappa fondamentale del progetto di Daikin, che punta a diventare una delle principali realtà operanti nel settore della purificazione dell’aria in Europa, Medio Oriente e Africa.

 

 

Contro il coronavirus l’efficacia dei purificatori è testata

In quanto specialista nella gestione della qualità dell’aria, Daikin si pone come missione quella di offrire soluzioni innovative e vende purificatori d’aria da oltre 45 anni. I suoi purificatori d’aria e la sua tecnologia di purificazione dell’aria brevettata, che viene applicata in altri dispositivi Daikin, hanno da tempo dimostrato la loro efficacia contro l’inquinamento atmosferico, nonché contro virus e pollini stagionali.

Per consolidare le dichiarazioni in merito all’efficacia della sua tecnologia, Daikin Europe N.V. ha affidato al laboratorio francese Institut Pasteur de Lille la prova della sua gamma di purificatori d’aria. È stato ora formalmente dimostrato che i modelli Daikin eliminano oltre il 99,98% del coronavirus umano HCoV-229E in 2,5 minuti. Questi risultati segnano un traguardo importante.

L’Institut Pasteur de Lille ha condotto i test con il virus HCoV-229E, un coronavirus strettamente connesso a SARS-CoV-2. Quest’ultimo non è stato usato per motivi di sicurezza. L’appartenenza dei due virus alla stessa famiglia costituisce una chiara indicazione del fatto che i purificatori d’aria Daikin rappresentano armi potenti in grado di ridurre il rischio di trasmissione del virus e contribuiscono a combattere la pandemia da COVID-19.

L’efficacia dei purificatori d’aria Daikin è da ricondurre alla combinazione di due elementi: un filtro HEPA elettrostatico dalle prestazioni elevate, che cattura il virus, e un’intensa esposizione successiva alla tecnologia brevettata Flash Streamer di Daikin, che elimina il virus.

L’istituto ha testato l’efficacia dei purificatori d’aria anche contro H1N1, il virus responsabile dell’influenza stagionale. Alle stesse condizioni di prova, l’Institut Pasteur de Lille ha concluso dal suo studio che i purificatori d’aria Daikin eliminano oltre il 99,93% del virus H1N1 in 2,5 minuti, dimostrando che queste unità sono estremamente performanti anche nella lotta all’influenza.

 

 

Per ambienti interni sani purificazione dell’aria e ventilazione sono fondamentali

I purificatori d’aria Daikin purificano l’aria interna facendola circolare attraverso l’unità, dove passa per diversi filtri e tecnologie di purificazione. Solitamente le unità vengono usate in contesti residenziali, piccoli uffici, esercizi commerciali, aule, sale d’attesa di studi medici e ambulatori. Il flusso d’aria dei purificatori Daikin ha una portata di circa 330 m³/ora, ossia il volume d’aria di una stanza ordinaria attraversa l’unità più volte ogni ora.

Secondo Olivier Luminati (foto sopra), Project Manager per la purificazione dell’aria e la ventilazione, che ha lavorato a stretto contatto con l’Institut Pasteur de Lille sul progetto di prova dell’azienda, “I risultati dei test rappresentano un’ottima notizia per la società. Proprio nel momento in cui tutti si stanno preparando a tornare in ufficio e alla normalità, possiamo creare le condizioni per farlo in modo più sicuro. L’impegno profuso da Daikin nel creare ambienti interni sani si è tradotto in un ampio portafoglio di prodotti per la filtrazione e la purificazione dell’aria. Ci serviamo di queste tecnologie nelle nostre soluzioni di climatizzazione, riscaldamento e ventilazione destinate ad applicazioni su piccola e larga scala. Sostanzialmente possiamo aiutare chiunque necessiti di aria interna fresca e pulita a trovare la soluzione più adatta”.

La qualità dell’aria interna incide notevolmente sulle prestazioni e sul benessere delle persone. Ci sono molti fattori che influiscono sulla qualità dell’aria, ad esempio le particelle PM2,5, gli allergeni, l’umidità dell’aria, ecc. Daikin ha riconosciuto questa sfida già diverso tempo fa, lanciando il suo primo purificatore d’aria in Giappone nel 1975. Secondo Anthony Dimou (foto in apertura), General Manager del segmento purificazione dell’aria di Daikin nella regione EMEA, “I risultati ottenuti dall’Institut Pasteur de Lille rappresentano una svolta sia per noi sia per la società. Sono certo che Daikin possa diventare l’azienda di riferimento per la gestione della qualità dell’aria interna nella regione EMEA”.

 

 

*Risultati dettagliati dei test per tipologia di purificatore d’aria Daikin:

“Il dispositivo Daikin MCK55WVM (denominazione commerciale MCK55W), testato dall’Institut Pasteur de Lille, elimina il 99,996% del coronavirus umano HCoV-229E in un tempo di esecuzione di 2,5 minuti a velocità “turbo” in condizioni di laboratorio (camera ermetica con volume interno di 0,47 m3, senza ricambio d’aria). Il coronavirus umano HCoV-229E è diverso dal virus responsabile della COVID-19, SARS-CoV-2, ma appartiene alla stessa famiglia di coronavirus”.

 

“Il dispositivo Daikin MC55WVM (denominazioni commerciali MC55W/VB), testato dall’Institut Pasteur de Lille, elimina il 99,98% del coronavirus umano HCoV-229E in un tempo di esecuzione di 2,5 minuti a velocità “turbo” in condizioni di laboratorio (camera ermetica con volume interno di 1,4 m3, senza ricambio d’aria). Il coronavirus umano HCoV-229E è diverso dal virus responsabile della COVID-19, SARS-CoV-2, ma appartiene alla stessa famiglia di coronavirus”.

 

“Il dispositivo Daikin MCK55WVM (denominazione commerciale MCK55W), testato dall’Institut Pasteur de Lille, elimina il 99,986% del virus dell’influenza A sottotipo H1N1 in un tempo di esecuzione di 2,5 minuti a velocità “turbo” in condizioni di laboratorio (camera ermetica con volume interno di 0,47 m3, senza ricambio d’aria)”.

 

“Il dispositivo Daikin MC55WVM (denominazioni commerciali MC55W/VB), testato dall’Institut Pasteur de Lille, elimina il 99,93% del virus dell’influenza A sottotipo H1N1 in un tempo di esecuzione di 2,5 minuti a velocità “turbo” in condizioni di laboratorio (camera ermetica con volume interno di 0,47 m3, senza ricambio d’aria)”.

 

www.daikin.it