LG Academy, il miglior modo di comunicare tecnologie e soluzioni cutting-edge

LG Academy, il miglior modo di comunicare tecnologie e soluzioni cutting-edge

Nell’ultimo appuntamento LG Academy Milano, LG Electronics si è concentrata su trend e soluzioni per il mercato del digital signage, confermando la crescita e l’affermazione delle proprie tecnologie.

Sala piena (e stop ad ulteriori registrazioni) per la sessione autunnale di LG Academy, tenutasi a Milano giovedì 18 ottobre presso il prestigioso showroom LG Electronics di Via Aldo Rossi e incentrata sull’andamento del mercato digital signage, con interessanti approfondimenti su tecnologie e case history più recenti, grazie alle quali l’azienda coreana è oggi un indiscusso leader a livello globale e può orgogliosamente dire di fungere da esempio per manufacturer piccoli e non.

Una mattinata che è scorsa via rapidamente – nonostante le molte cose da dire in programma – e con la session di slide su un aggiornatissimo videowall (ovvio) inaugurata da Nicola Micali (nella foto in apertura), Marketing Manager Business Display LG Electronics Italia. Con spiccate doti di showman, Micali ha saputo offrire informazioni interessanti sulla struttura interna della sua azienda (ribadendo anche dati che fanno impressione, come i 142 miliardi di dollari di fatturato di LG Corporation o i 74 mila dipendenti in 100 sedi LG Electronics nel mondo) e spiegando il delicato equilibrio tra divisione professionale (che comprende i Monitor Signage e i Commercial TV) e consumer (con Monitor PC e videoproiettori home cinema), delle quali in Italia egli stesso cura la comunicazione.

L’importanza di essere sul mercato con tecnologie all’avanguardia è davanti agli occhi di tutti: aumentano le unità vendute (+2,6%), così come il valore (+9,8%) e il prezzo medio (+7%, dati GFK). LG, con la tecnologia OLED proprietaria, i suoi display Ultra HD fino a 98”, le soluzioni Video Wall con cornici quasi inesistenti (inferiori al millimetro) e i monitor Ultrastretch per forme non convenzionali, può oggi esibire con sicurezza un portfolio prodotti ineguagliabile, la cui validità è confermata dalle innumerevoli case history sparse per il mondo e dalle installazioni che professionisti e non hanno potuto vedere nelle ultime edizioni di CES, ISE e IFA.

A rinforzare il concept sono intervenuti, poi, altri special guest, tra cui Roberto Gambarato, figura storica in LG Electronics e attualmente Direttore Vendite di LG Business Division, e Andrea Tedesco, settore Commercial TV, capace di offrire una demo live sul software proprietario SuperSign CMS.

Un corner dello showroom LG dedicato al digital signage.

LG Electronics Italia (unica tra le filiali in Europa a poter vantare due showroom distinti e completi sullo stesso territorio) ha cambiato radicalmente il modo di interloquire con i propri partner nell’ultimo anno e mezzo. Da una parte, questo è dovuto allo switch da “Price Leader” a “Solutions Leader” avvenuto nel 2017; dall’altra, invece, va dato atto alle sessioni di Academy di essersi imposte come ponte tra azienda, distributori e retailer, per arrivare più direttamente dalle parti di chi di queste soluzioni ha veramente bisogno.

Un mood che è stato reso ancor più chiaro dallo stesso Andrew Kim, PM Business Display Division LG Electronics Italia, che in chiusura di evento ha ribadito come ha individuato la strada da dover percorrere: “Quando sono arrivato 5 anni fa ho visto che altri competitor avevano fette di mercato più importanti della nostra e questo non mi è piaciuto. Avevamo e abbiamo la migliore tecnologia e i migliori prodotti, dovevamo soltanto fare in modo di comunicarli. Così è nata l’idea dell’Academy e se oggi abbiamo dovuto con rammarico respingere delle richieste di partecipazione per motivi di spazio, rilevando al contempo valori di forte crescita nel settore vendite, significa che il messaggio è stato consegnato.”.

www.lgbusiness.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*