LG OLED Falls: 260 schermi creano un’onda travolgente per i visitatori del CES

LG OLED Falls: 260 schermi creano un’onda travolgente per i visitatori del CES

LG Electronics è tornata al CES con LG OLED Falls, progetto sorprendente e “ultra immersivo” che sfrutta la straordinaria tecnologia e flessibilità di ben 260 business display Open Frame.

Dopo l’entusiasmo riscosso dall’OLED Canyon lo scorso anno, LG è tornata al CES di Las Vegas con un’installazione che lascia senza parole.
Una cascata di dimensioni e colori eccezionali e un design tutto nuovo per l’installazione che ha tutte le carte in regola per essere la più sorprendente del Consumer Electronics Show. Grazie al nuovo progetto, l’azienda coreana ha messo in luce tutto il potenziale e la versatilità della tecnologia OLED per il mercato business, sfruttando il meglio dai 260 pannelli Open Frame disposti in configurazioni variegate.  

Le cascate OLED di LG, situate all’ingresso dell’area espositiva dell’azienda al CES 2019, sono infatti state realizzate grazie alla messa in opera di 260 LG OLED “Open Frame”, disposti in configurazioni concave, convesse e piatte, a simulare il movimento dell’acqua grazie a vari raggi di curvatura. Con l’incredibile progetto delle “LG OLED Falls”, il colosso coreano ha dimostrato come è effettivamente in grado di garantire un elevato livello di personalizzazione e una spettacolarizzazione nella comunicazione senza precedenti. Grazie agli schermi sottili, a curvatura regolabile, è possibile comporre infinite forme e suggestioni, creando esperienze multimediali che trasformano lo spazio in un contenitore da animare con creatività e immaginazione.

La tecnologia OLED non necessita di retro-illuminazione, per questo la struttura dei pannelli è semplice e sottile, toccando livelli mai raggiunti in termini di leggerezza e possibilità di personalizzazione. Ogni pixel si accende e si spegne singolarmente, ga-rantendo un contrasto infinito: dai neri più profondi ai bianchi più brillanti, passando per una gamma eccezionale di colori riprodotti in modo accurato e naturale. Grazie a questa tecnologia e ai tempi di risposta ultra veloci dei display, le immagini vengono riprodotte in modo cristallino, senza sfocature o scie, anche nelle più veloci scene in movimento. Le immagini prendono così vita, insieme a tutti i loro dettagli e sfumature. Utilizzando questa tecnologia unica, i display Open Frame LG OLED sono in grado di flettersi e di adattarsi anche a spazi prima impossibili da animare, per installazioni di digital signage che si trasformano in vere e proprie opere d’arte contemporanea.

Effetti da lasciare senza fiato

Posto all’ingresso del sensazionale stand di LG al CES, l’installazione delle “LG OLED Falls” ha dato spazio a immagini fluide e in movimento e a tutte le sensazioni che queste trasmettono: i visitatori si sono così trovati di fronte ad un mare di sabbia in un deserto assolato, alla furia delle cascate, all’oceano mosso dalle onde; oppure immersi nella foresta pluviale, persi in un campo di fiori mossi dal vento o conquistati dai colori delle nuvole al tramonto; circondati da una distesa di lanterne volanti o immersi nello spazio profondo, davanti allo spettacolo di una nebulosa.

“Il successo riscosso lo scorso anno dall’OLED Canyon ci ha portato a pensare ancora più in grande, ad un’installazione dove il senso di meraviglia e di immersione fossero ancora più sorprendenti”, ha commentato Nicola Micali, Business Solutions Product & Marketing Manager di LG. “Grazie alla tecnologia all’avanguardia dei nostri display OLED Open Frame – da poco disponibili anche in Italia per tutte le realtà professionali – all’eccezionale qualità della riproduzione delle immagini e alle infinite possibilità applicative e creative, le LG OLED Falls segnano un nuovo traguardo per il settore e per la nostra azienda, leader nell’innovazione per quanto riguarda il mondo signage e costantemente proiettata verso il futuro.”

www.lg.com/it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*