Panasonic PT-RZ31K, coi 3 chip fa 30 mila!

Panasonic PT-RZ31K

È finalmente pronto ad essere commercializzato il videoproiettore Panasonic PT-RZ31K, primo al mondo con tecnologia 3chip DLP e sorgente luminosa al laser/fosforo a superare la soglia dei 30 mila Lumen. Ad arricchire ulteriormente il quadro ci sono la silenziosità da riferimento e il peso effettivamente contenuto (per questo tipo di macchina). Luca Cogliati, Sales Manager Visual System Solutions di Panasonic, ce ne spiega i vantaggi in un’intervista.

Nella propria sede di Milano, Panasonic Visual System Solutions ha dunque ufficializzato l’arrivo sul mercato del nuovo proiettore laser PT-RZ31K da 31.000 Lumen, una macchina che era stata annunciata con largo anticipo all’ISE a febbraio ma la cui ultimazione è stata approntata in queste settimane.

L’evento destinato alla stampa specializzata ha così rappresentato una comoda occasione per vedere e capire nel dettaglio, con un modello in funzione davanti ai nostri occhi, i benefici tangibili per i mercati rental&staging e museale in particolare. Sul piatto della bilancia, infatti, il proiettore Panasonic può mettere  non soltanto la considerevole luminosità di 31 mila Lumen, ma anche la grande flessibilità d’installazione (360° su entrambi gli assi H&V), un parco ottiche invidiabile (con rapporto di tiro a partire da 0,36:1 in wideangle), compattezza e versatilità (79 kg e occhielli già fissati al telaio per essere facilmente appeso) e silenziosità che ha quasi dell’incredibile (49dB).

La risoluzione? In questo modello è WUXGA nel formato 16:10 (1920×1200 pixel), ma è disponibile anche la versione SXGA+ (1440×1050 pixel, con la sigla PT-RS30K). E l’azienda si è sbilanciata nel lasciarsi sfuggire che alla prossima edizione di ISE assisteremo ad un upgrade in 4K…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*