Canon presenta i nuovi proiettori XEED a ottica intercambiabile

Canon presenta i nuovi proiettori XEED a ottica intercambiabile

Canon presenta sei nuovi proiettori a lenti intercambiabili con tecnologia LCoS, design compatto, luminosità elevata e risoluzione WUXGA. Tre di essi hanno la sorgente luminosa laser.

Canon presenta sei nuovi proiettori dotati dell’innovativa tecnologia LCoS, design compatto, luminosità elevata e risoluzione WUXGA. La nuova gamma XEED, con i modelli WUX7500, WUX6700 e WUX5800 ai quali si aggiungeranno tre modelli a sorgente luminosa laser: WUX5800Z, WUX6600Z e WUX7000Z (foto sotto), rappresentano la soluzione ideale per i System Integrator. Compatibili con sei obiettivi motorizzati, tra cui il nuovo RS-SL06UW ad alta risoluzione e distorsione ridotta, questi proiettori garantiscono la massima versatilità di installazione, adatti sia ad ambienti con spazi limitati che per ampi auditorium.

Gli innovativi proiettori a lampada di Canon sono disponibili nelle versioni da 5800, 6700 e 7500 lumen, mentre i modelli laser sono disponibili nelle versioni da 5800, 6600 e 7000 lumen. Tutti i modelli garantiscono un’elevata luminosità durante le proiezioni grazie al sistema ottico AISYS 4.2, alla struttura ottica migliorata e alla tecnologia con pannelli LCoS. Questi presentano un’ampia superficie trasmissiva, rendendo lo spazio tra i pixel quasi inesistente; in questo modo l’immagine risulta precisa e dettagliata, senza il classico effetto zanzariera che si riscontra, invece, nei proiettori LCD tradizionali. Grazie a queste caratteristiche esclusive le installazioni più ampie e diversificate – come quelle museali o negli eventi pubblici – non rappresentano un problema per i nuovi modelli Canon.
Il rapporto di contrasto nativo dei proiettori WUX7500, WUX6700 (sotto) e WUX5800 è pari a 2000:1, mentre quello dei proiettori WUX7000Z, WUX6600Z e WUX5800Z è di 4000:1, raggiungendo il valore di 20.000:1 in modalità contrasto dinamico.
Tutti i modelli sono dotati di un processore estremamente performante, capace di elaborare le immagini con estrema accuratezza e precisione. Un esempio concreto di queste potenzialità è offerto dal possibile impiego in ambito di formazione medicale, grazie alla modalità di simulazione Digital Imaging and Communication in Medicine (DICOM), compatibile con gli standard DICOM 14, ovvero la capacità di ricreare la scala di grigi per una riproduzione accurata delle immagini radiologiche.

Semplicità d’uso
Il nuovo design dei proiettori è robusto e resistente. Lo chassis dei modelli laser Canon è il più piccolo e leggero mai realizzato, aprendo nuove possibilità di proiezione e permettendo un’installazione più semplice anche in ambienti difficili. Qualora fosse necessario posizionare il proiettore fuori asse rispetto allo schermo, la funzione keystone permette di correggere la posizione dei quattro angoli dell’immagine, allineando perfettamente la geometria. Per rendere l’installazione ancora più semplice, il decentramento dell’obiettivo regola l’immagine senza bisogno di inclinare o riposizionare il proiettore. Inoltre, quando vengono utilizzati contemporaneamente più proiettori, la funzione Edge Blending permette di unire più immagini provenienti da dispositivi diversi pur garantendo una posizione e un’accuratezza ideale in termini di allineamento dei pixel. La maggiore resistenza al calore da parte dello chassis dei nuovi vpr XEED assicura una maggiore durata nel tempo, un elemento imprescindibile per installazioni di lunga durata in musei o istituti formativi. I nuovi modelli sono anche dotati di un timer che consente di programmare attività su base settimanale o giornaliera. La possibilità di selezionare fino a cinque date specifiche per la programmazione delle attività rappresenta un valore aggiunto inestimabile per il Digital Signage.
Video, audio e impostazioni possono essere inviati al proiettore su lunghe distanze tramite un singolo cavo Cat6, grazie allo standard di trasmissione HDBaseT. Gli ingressi DVI, HDMI e DisplayPort assicurano la massima flessibilità delle interfacce digitali, garantendo una maggiore compatibilità con diversi computer e molteplici fonti video. Inoltre, la funzionalità integrata “picture-by-picture” permette di collegare un segnale digitale all’ingresso DVI e un altro all’ingresso HDMI, per poi proiettarle contemporaneamente sullo schermo.

Il nuovo obiettivo RS-SL06UW (foto sopra) ad alta risoluzione e con distorsione minima, completa la gamma dei sei obiettivi motorizzati per i nuovi proiettori. Dallo zoom ultra grandangolare a quello supertele, questi obiettivi permettono qualsiasi opzione di installazione. In particolare, l’obiettivo ha un rapporto di proiezione estremamente ridotto, pari a 0,54:1, e una regolazione del decentramento ottico molto ampia, pari a -15/+75%, senza rinunciare a una geometria perfetta. Nella proiezione su superfici tonde, la funzione di messa a fuoco marginale degli obiettivi permette grande accuratezza, mentre l’elevata profondità di campo garantisce una messa a fuoco perfetta anche su superfici irregolari. Ogni obiettivo assicura grande nitidezza, con una perdita di luminosità minima, mentre un microcomputer integrato assicura prestazioni eccellenti. Inoltre, possono essere sostituiti con estrema facilità, grazie a un apposito innesto a baionetta.

Lo chassis dei nuovi proiettori assicura inoltre operazioni di manutenzione estremamente facili. La lampada dei modelli WUX7500 (in basso), WUX6700 e WUX5800, ad esempio, è raggiungibile dalla parte posteriore dello chassis, permettendone la sostituzione senza la necessità di smontare il dispositivo, mentre il filtro dell’aria è facilmente raggiungibile senza alcun bisogno di attrezzature specifiche. Nei modelli WUX7000Z, WUX6600Z e WUX5800Z, invece, la sorgente laser non ha bisogno di raffreddarsi: questo porta a una maggiore versatilità di soluzioni nelle installazioni.

Costi minimizzati
Rispetto ad altri proiettori della stessa categoria, i nuovi vpr Canon sono più luminosi e consumano meno energia (solo 0,073 Watt per lumen se attivi, 0,3 Watt se in standby). La modalità ECO garantisce un’incredibile efficienza energetica sia durante il funzionamento che in fase di standby, aiutando a ridurre ulteriormente i costi operativi. Tutte queste caratteristiche rendono i nuovi modelli lo strumento ideale per le strutture formative con budget ridotti. I proiettori laser, infine, permettono fino a 20.000 ore di utilizzo senza alcuna necessità di manutenzione, riducendo così ulteriormente i costi.

Le possibilità offerte dalla connettività Wi-Fi permettono la gestione e il controllo attraverso dispositivi iOS tramite la nuova app Canon Projector Service Tool. Se in passato questo livello di controllo era possibile solo tramite connettività LAN, adesso la nuova app permette agli utenti di avere un maggiore controllo, di segnalare prontamente gli errori e addirittura di risolverli.

I nuovi proiettori XEED WUX7500, XEED WUX6700, XEED WUX5800 e XEED WUX7000Z, XEED WUX5800Z e XEED WUX6600Z saranno disponibili a partire dal mese di giugno 2018.

www.canon.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*