Canon XEED 4K500ST, Il proiettore dei record

Canon XEED 4K500ST, Il proiettore dei record

Pur essendo il più piccolo e leggero proiettore 4K professionale, il Canon XEED 4K500ST ha capacità e funzioni che la maggior parte dei concorrenti non può neanche immaginare. Una risoluzione nativa di 4096 x 2400, per esempio. Poi il Marginal Focus, che assicura perfette messe a fuoco sulle superfici curve. Insomma, un campione destinato a primeggiare in un settore di mercato difficilissimo

L’obiettivo di Canon è di affermarsi come azienda leader nel mercato dei proiettori 4K con valori di luminosità compresi tra 5000 e 10.000 lumen. Il lancio di oggi è il primo passo di questo viaggio

Ccosì Andrea Contarini, direttore marketing del settore consumer imaging di Canon Italia, durante la presentazione del proiettore XEED 4K500ST avvenuta lo scorso autunno. Sembrerebbe solo un’innocente dichiarazione commerciale. E invece è una vera e propria dichiarazione di guerra, ancorché pronunciata con toni garbati.

Perché si dà il caso che quella dei 5000 – 10.000 lumen sia in assoluto, secondo un’indagine condotta dalla Canon, la fascia del mercato 4K più affollata e competitiva. Vi si concentra la maggior parte dei settori applicativi: digital signage, sale di controllo, design, modellazione 3D e  progettazione CAD, corporate, università, sanità e medicina, simulazioni avanzate, planetari, musei, gallerie d’arte e altro ancora. A un proiettore che non voglia soltanto competere in un settore così ma primeggiare non basta essere un prodotto ben concepito e realizzato: dev’essere un fenomeno, un autentico campione.

E il Canon XEED 4K500ST senza dubbio lo è.

canon_xeed2

IL MODELLO DI PUNTA DEI PROIETTORI LCOS

Posizionato al vertice della linea dei proiettori professionali Canon con tecnologia LCOS, lo XEED 4K500ST vanta una risoluzione 4K di 4096 x 2400, dunque più elevata dei 4096 x 2160 del Digital Cinema Initiative (DCI) e dei 3840 x 2160 del Quad Full High Definition (QFHD). La luminosità di 5000 lumen e l’elevato rapporto di contrasto, che raggiunge quota 2500:1, garantiscono livelli del nero intensi e bianchi luminosi che si traducono in una profonda tridimensionalità.

Il 4K500ST è equipaggiato con ottiche originali Canon a fuoco corto e zoom ampio che producono immagini virtualmente prive di distorsione; la luminosità è mantenuta a elevati livelli sull’intero range di proiezione. Il Canon è inoltre dotato di un doppio processore video che garantisce una riproduzione 4K/60 fps non compressa e un perfetto upscaling dell’immagine: è garantita la qualità dei contenuti con risoluzione 4K non nativa.

canon_xeed3

Tutto questo (e molto di più) non è collocato in un telaio grande e ingombrante ma in uno chassis compatto e leggero (relativamente alla categoria dei proiettori professionali, s’intende), che sviluppa circa 47 x 17,5 x 53,3 centimetri per 17,6 kg di peso. Questa compattezza
e questa leggerezza, forse è superfluo ricordarlo, sono tra le virtù più apprezzate nel settore professionale.

LCOS E AISYS, DUE TECNOLOGIE CHE SI DANNO LA MANO

Il poco spazio a disposizione non ci consente di analizzare dettagliatamente tutte le tecnologie che fanno dello XEED 4K500ST quel grande proiettore che è. Ci limiteremo pertanto ad alcune di esse. Iniziamo dalla già menzionata risoluzione nativa di 4096 x 2400, che consente al 4K500ST di generare immagini da oltre 9,8  milioni di pixel di straordinario impatto e realismo. Al confronto le immagini Full HD 1920 x 1080
appaiono come sbiaditi francobolli quattro volte più piccoli.

canon_xeed4

Si è detto che il 4K500ST opera in tecnologia LCOS (Liquid Crystal on Silicon). Nata dalla combinazione tra le tecnologie LCD e DLP, la LCOS garantisce immagini prive di distorsioni e dei fastidiosi effetti arcobaleno, lattice e griglia. Questo significa che nello XEED 4K500ST è implementata anche l’Aspectual Illumination System (AISYS), perché non si dà LCOS senza AISYS.

Al contrario di quanto avviene nei sistemi utilizzati dalla maggior parte dei concorrenti, nell’AISYS i fasci di luce verticale e orizzontale generati dalla lampada vengono controllati indipendentemente. Nel 4K500ST questi fasci vengono indirizzativerso tre pannelli LCOS da 0,76 pollici che producono immagini di grande luminosità ed elevato contrasto. Paragonate a quelle di altre tecnologie di proiezione, queste immagini appaiono «regolari (smooth), vivaci (crisp), veloci e precise nel movimento, naturali nei colori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Puoi usare HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*